A un voto della FIFA a Mosca mercoledì, l’offerta nordamericana congiunta ha vinto il diritto di ospitare la Coppa del Mondo del 2026, battendo comodamente i rivali marocchini al momento del voto. Sarà la prima volta che la Coppa del Mondo sarà condivisa da tre nazioni ospitanti.
At a FIFA association member vote in Moscow Wednesday, the joint North American bid won the right to host the 2026 World Cup, comfortably beating rivals Morocco in the vote. It will be the first time the World Cup will be shared by three host nations.

merlin_139487703_b9cc2bc5-ebc0-4eb9-8572-5e36531dcca8-master768

L’offerta degli Stati Uniti promette di riunire tutte e tre le nazioni per quella che sarà la più grande edizione del torneo fino ad oggi – 48 paesi si sfideranno – e il più redditizio. La previsione delle entrate dell’offerta nordamericana era di $ 14,3 miliardi, con un profitto record di $ 11 miliardi per la FIFA, l’organo di governo dello sport.
The United Bid promises to bring all three nations closer together for what will be the largest edition of the tournament to date — 48 countries will compete — and the most lucrative. The North American bid’s revenue forecast was $14.3 billion, with a record profit of $11 billion for FIFA, the sport’s governing body.

L’ultima volta che gli Stati Uniti hanno ospitato una Coppa del Mondo è stato nel 1994, e in Messico nel 1986. Il Canada non ha mai ospitato in precedenza le partite della Coppa del Mondo, anche se ha organizzato una Coppa del Mondo femminile.
The last time the US hosted a World Cup was in 1994, and Mexico in 1986. Canada has never previously hosted World Cup matches, though it has staged a women’s World Cup.

Il voto, in cui tutte le federazioni FIFA erano, per la prima volta, idonei a votare per l’ospite, è stato scelto al 68 ° Congresso FIFA alla vigilia dell’edizione 2018 del torneo, che inizierà giovedì. L’offerta degli Stati Uniti ha vinto con un margine di 134-65, con un voto per “nessuno” ospite. Sette federazioni – le quattro nazioni candidate e tre territori dipendenti degli Stati Uniti – si sono ricusate.
The vote, in which all FIFA associations were, for the first time, eligible to vote for the host, was cast at the 68th FIFA Congress on the eve of the 2018 edition of the tournament, which begins Thursday. The United Bid won by a 134-65 margin, with one vote for “neither” host. Seven federations — the four bidding nations along with three US dependent territories — recused themselves.

Secondo la proposta del Nord America, negli Stati Uniti si terranno 60 partite del torneo, incluso tutto dai quarti di finale in poi, mentre Messico e Canada ospiteranno 10 partite ciascuna.
Under the North America proposal, 60 of the tournament’s matches will be held in the US, including everything from the quarterfinals onwards, while Mexico and Canada will host 10 games each.

Da quando l’offerta unificata è stata annunciata nell’aprile 2017, i rapporti politici tra gli Stati Uniti e i suoi co-organizzatori proposti sono stati talvolta toccanti. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha definito il primo ministro canadese Justin Trudeau “mite e mite” in un tweet su una disputa tariffaria a seguito di una riunione del G7 all’inizio di giugno, mentre le tariffe imposte sul Messico insieme ai piani per un muro di confine hanno anche arruffato le piume a sud del confine .
Since the unified bid was announced in April 2017 political relationships between the US and its proposed co-hosts have been touchy at times. US President Donald Trump called Canadian Prime Minister Justin Trudeau “meek and mild” in a tweet over a tariff dispute following a G7 meeting earlier in June, while tariffs imposed on Mexico along with plans for a border wall have also ruffled feathers south of the border.

Oltre alle tensioni commerciali, c’era anche stato il timore che il divieto di viaggio del presidente Trump che bloccava l’immigrazione da diversi paesi a maggioranza musulmana – che è stato contestato nella Corte Suprema degli Stati Uniti – potesse influenzare fan, funzionari e giocatori.
As well as trade tensions, there had also been worries that President Trump’s travel ban blocking immigration from several Muslim-majority countries — which is being challenged in the US Supreme Court — could affect fans, officials and players.

Tuttavia, Trump ha promesso alla FIFA che squadre, funzionari e fan stranieri potranno viaggiare negli Stati Uniti.
However, Trump has promised FIFA that foreign teams, officials and fans will be able to travel to the US.

L’offerta degli Stati Uniti ha condiviso una dichiarazione secondo cui gli organizzatori delle offerte erano sicuri che “tutti i fan e membri della nostra famiglia FIFA avranno libero accesso al nostro paese per vivere e celebrare la Coppa del Mondo FIFA del 2026”.
The United bid shared a statement that said that the bid organizers were confident that “every eligible fan and member of our FIFA family will have unhindered access to our country to experience and celebrate the 2026 FIFA World Cup.”

E nonostante le differenze politiche, l’offerta per la Coppa del Mondo ha dato agli Stati Uniti, Canada e Messico una causa comune, con l’offerta nordamericana che ha ricevuto il pieno sostegno dei loro governi.
And despite political differences, the World Cup bid has given the US, Canada and Mexico a common cause, with the North American bid having received the full support of their governments.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s