Un giudice federale sulle Hawaii ha bloccato il divieto di viaggio riveduto dal presidente Donald Trump un giorno prima che avrebbe avuto effetto. Il giudice Derrick Watson ha dichiarato che il divieto di viaggio – la terza versione della politica di Trump – “chiaramente discrimina sulla base della nazionalità”.
A federal judge in Hawaii has blocked President Donald Trump’s revised travel ban one day before it was set to take effect. Judge Derrick Watson said the travel ban — Trump’s third version of the policy — “plainly discriminates based on nationality.”

travel ban

L’ordine esecutivo del presidente “soffre di esattamente le maladie come il suo predecessore: manca di risultati sufficienti che l’ingresso di più di 150 milioni di cittadini di sei paesi specificati sarebbe” dannoso per gli interessi degli Stati Uniti “, ha scritto Watson.
The President’s executive order “suffers from precisely the same maladies as its predecessor: it lacks sufficient findings that the entry of more than 150 million nationals from six specified countries would be ‘detrimental to the interests of the United States,'” Watson wrote.

La seconda versione del divieto di viaggio, emessa a marzo, ha impedito ai residenti di sei paesi con maggioranza musulmana – Iran, Siria, Libia, Sudan, Somalia e Yemen. Le nuove restrizioni che avrebbero avuto effetto il mercoledì coprono otto paesi – Ciad, Iran, Libia, Corea del Nord, Siria, Venezuela, Somalia e Yemen. La sentenza di martedì non ha effetto sulle restrizioni sulla Corea del Nord e sul Venezuela.
The second version of the travel ban, issued in March, had barred residents of six Muslim-majority countries — Iran, Syria, Libya, Sudan, Somalia and Yemen. The new restrictions that were set to take effect Wednesday cover eight countries — Chad, Iran, Libya, North Korea, Syria, Venezuela, Somalia and Yemen. Tuesday’s ruling does not impact the restrictions on North Korea and Venezuela.

La segretaria della stampa della Casa Bianca Sarah Sanders ha chiamato la sentenza “pericolosamente difettosa”. “Le restrizioni di entrata nel proclamarsi si applicano ai paesi basati sulla loro incapacità o mancanza di volontà di condividere informazioni critiche necessarie per la sicurezza delle applicazioni veterinarie, nonché una valutazione delle minacce relative al terrorismo, all’instabilità e ad altre gravi preoccupazioni di sicurezza nazionale”, ha dichiarato Sanders dichiarazione.
White House press secretary Sarah Sanders called the ruling “dangerously flawed.” “The entry restrictions in the proclamation apply to countries based on their inability or unwillingness to share critical information necessary to safely vet applications, as well as a threat assessment related to terrorism, instability, and other grave national security concerns,” Sanders said in a statement.

Il Dipartimento di Giustizia “farà appello in modo rapido”, ha dichiarato il portavoce Ian Prior. “La sentenza di oggi è errata, non riesce a rispettare adeguatamente la separazione dei poteri e ha il potenziale di provocare gravi conseguenze negative per la nostra sicurezza nazionale”.
The Justice Department will “appeal in an expeditious manner,” spokesman Ian Prior said. “Today’s ruling is incorrect, fails to properly respect the separation of powers, and has the potential to cause serious negative consequences for our national security.”

Avvocato generale dell’Hawai Doug Chin ha celebrato l’ordine. Lo Stato sta combattendo ogni versione del divieto di viaggio.
Hawaii Attorney General Doug Chin celebrated the order. The state has been fighting each version of the travel ban.

“Questa è la terza volta che Hawaii è andato in tribunale per smettere il presidente Trump di emettere un divieto di viaggio che discrimina persone basate sulla loro nazione di origine o religione”, ha detto Chin in una dichiarazione. “Oggi è un’altra vittoria per lo stato di diritto. Siamo pronti a difenderla”.
“This is the third time Hawaii has gone to court to stop President Trump from issuing a travel ban that discriminates against people based on their nation of origin or religion,” Chin said in a statement. “Today is another victory for the rule of law. We stand ready to defend it.”

Le preoccupazioni del giudice; Judge’s concerns

Nella sua decisione di 40 pagine, Watson ha ripetutamente criticato l’amministrazione di Trump per non aver risposto adeguatamente alle preoccupazioni che lui e altri giudici hanno sugli ordini. “Gli atleti professionisti rispecchiano il governo federale in questo senso: operano all’interno di una serie di regole e quando uno di loro elimina tali regole a proprio favore, sorgono problemi”, ha scritto Watson.
In his 40-page ruling, Watson repeatedly criticized the Trump administration for failing to adequately address concerns he and other judges have about the orders. “Professional athletes mirror the federal government in this respect: they operate within a set of rules, and when one among them forsakes those rules in favor of his own, problems ensue,” Watson wrote.

La sentenza viene dopo che l’amministrazione ha condotto una revisione mondiale delle procedure di verifica, ma che non ha soddisfatto Watson. “Come il suo predecessore”, ha affermato, l’ordine riveduto non riesce a scoprire che “la sola nazionalità” renderebbe un’elevata classe di individui un elevato rischio di sicurezza. Ha anche chiesto perché “la legge esistente” sarebbe “insufficiente per affrontare le preoccupazioni descritte dal presidente”.
The ruling comes after the administration conducted a worldwide review of vetting procedures, but that didn’t satisfy Watson. “Like its predecessor,” he said, the revised order makes no finding that “nationality alone” would make a broad class of individuals a heightened security risk. He also questioned why “existing law” would be “insufficient to address the President’s described concerns.”

Inoltre, i critici del presidente ritengono di aver aggiunto i paesi non maggiormente musulmani della Corea del Nord e del Venezuela all’elenco dei paesi colpiti per sostenere le sue argomentazioni secondo cui il divieto non era destinato ai musulmani. Watson ha dichiarato che il nuovo divieto di entrata – come le iterazioni precedenti – “chiaramente discrimina” sulla base della nazionalità.
In addition, critics of the President believe that he added the non-Muslim majority countries of North Korea and Venezuela to the list of affected countries in order to bolster his arguments that the ban was not targeting Muslims. Watson said that the new entry ban — like previous iterations — “plainly discriminates” based on nationality.

Cosa c’è dopo? ; What’s next?

L’amministrazione ha avuto quasi un anno di raffinare il divieto di viaggio affinché si trovasse in tribunali inferiori e l’ultima sentenza dimostra che le sfide legali non sono finite. Se la Corte Suprema affronta la questione, questo termine è una domanda aperta. I giudici erano pronti a sentire un caso consolidato di blockbuster riguardante il divieto di viaggio 2.0, ma hanno respinto un caso e sono probabili respingere un secondo. I giudici hanno segnalato che vogliono che i tribunali inferiori decidano prima sulle nuove restrizioni.
The administration has had almost a year to finesse the travel ban so that it would hold muster in the lower courts, and the latest ruling illustrates that the legal challenges are far from over. Whether the Supreme Court takes up the issue this term is an open question. The justices were poised to hear a blockbuster consolidated case concerning travel ban 2.0, but they dismissed one case and are likely to dismiss a second. The justices signaled that they want the lower courts to rule first on the new restrictions.

Ciò significa che mentre la questione può tornare alla Corte in caso di emergenza, è improbabile che i giudici si riuniscano, questo termine, per decidere le grandi questioni relative all’autorità del presidente di emettere il divieto.
That means that while the issue may make its way back to the Court on an emergency basis, it is unlikely the justices will sit , this term, to decide the big questions concerning the President’s authority to issue the ban.

È “quasi certo”, ha dichiarato l’Senior Legal Analyst di CNN Jeffrey Toobin, che “il divieto di viaggio sarà tre volte in corsa alla Corte Suprema e avremo una risoluzione in un modo o nell’altro”.
It is “almost certain,” CNN’s Senior Legal Analyst Jeffrey Toobin said, that “travel ban three will be on a rocket ride to the Supreme Court and we will get a resolution one way or another.”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s